L’arte al tempo del covid

L’arte al tempo del covid

La pandemia di Covid-19 ha avuto un effetto profondo sul mondo dell’arte. Musei e gallerie hanno chiuso i battenti, lasciando gli artisti senza una piattaforma per esporre le proprie opere. Anche molte fiere e festival d’arte sono stati cancellati, lasciando gli artisti senza un reddito.

La chiusura di musei e gallerie ha avuto un effetto a catena sul mercato dell’arte, con un crollo delle vendite e dei prezzi. Ma alcuni ritengono che la pandemia potrebbe anche portare a una rinascita del mondo dell’arte, concentrandosi su progetti più locali e basati sulla comunità.

Tuttavia, alcuni artisti hanno trovato nuovi modi per raggiungere il proprio pubblico. Molti musei e gallerie hanno iniziato a offrire tour virtuali delle loro collezioni, accessibili da casa. Alcuni artisti hanno anche iniziato a vendere le loro opere online, attraverso piattaforme come Etsy.

La pandemia ha portato anche a una rinascita del fai-da-te e dell’arte fatta in casa. Le persone che trascorrono più tempo a casa si sono rivolte all’arte come modo per esprimersi e per decorare le proprie abitazioni.

La pandemia ha portato anche a un boom dell’arte digitale, con molti artisti che utilizzano i social media per condividere le loro opere. Alcuni hanno persino creato intere mostre online, come il progetto #MuseumFromHome.

Resta da vedere come il mondo dell’arte si riprenderà dalla pandemia di Covid-19, ma una cosa è certa: sarà cambiato per sempre.

ConnectivArt.