Intervista a Francesca Provetti

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

L’amore per l’arte mi accompagna da sempre.

Quando ero bambina mi bastavano una matita e un foglio per essere felice e immergermi in un mondo tutto mio.

Con gli anni ho affinato le mie capacità attraverso corsi d’arte ma soprattutto pratica, curiosità e spirito d’osservazione.

Quali persone, artisti ed episodi hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

In primo luogo mio nonno e mia mamma che da quando ero piccola hanno stimolato in me la fantasia e la creatività, facendomi apprezzare la bellezza di ciò che ci circonda, la natura, gli animali e le piccole cose che sfuggono ad occhi distratti.

La mia grande passione per la pittura è così stata stimolata.

Nella mia famiglia inoltre sono presenti diversi artisti tra i quali lo scultore romano Teodoro Forlivesi, di cui ho ammirato le opere nelle piazze e basiliche della Capitale.

Mio nonno stesso dipingeva e fu proprio lui, per primo, a spingermi a prendere in mano pennelli e colori vedendo in me questa attitudine.

Cosa cerchi attraverso l’arte?

L’armonia e la bellezza.

Credo che l’arte debba innanzi tutto essere piacevole per gli occhi e regalare emozioni.

Ogni volta che dipingo mi accorgo di mettere nei miei quadri qualcosa di me.

Riuscire a trasmettere la mia anima e emozionare attraverso la mia pittura è la più grande soddisfazione.

C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

Ultimamente mi sto dedicando al mio progetto “CITTA’ ETERNE” che mi sta particolarmente a cuore.

L’intento è quello di studiare e rappresentare gli scorci più belli delle città associando sempre un animale simbolo, elemento che caratterizza la mia pittura.

Ho rappresentato diverse città italiane ed estere: Milano con il cavallo di Leonardo Da Vinci, Roma con la sua lupa, Venezia con il leone alato, Parigi con il gatto, simbolo di Montmartre (scorcio rappresentato) e degli artisti parigini della Belle Époque, ecc.

Qual è il tuo rapporto con il mercato?

Dipingo prima di tutto per me stessa.

Sapere che la mia arte viene apprezzata è sicuramente uno stimolo positivo per continuare questo percorso con determinazione e passione, elementi fondamentali per ogni artista.

Avrei potuto scegliere una strada più semplice e sicura, attinente alle mie lauree (Economia e Commercio e Marketing e Mercati Globali) ma penso mi sarei sentita incompleta.

Ho fatto una scelta coraggiosa ancora giovane per provare a costruire con calma, mattone dopo mattone, qualcosa di bello e solido.

Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte?

Avere consapevolezza del proprio talento, sapere che la strada delle libere professioni è impervia, studiare.

Lo studio, anche in ambiti diversi da quelli artistici, arricchisce l’anima e in qualsiasi ambiente la cultura è un plus valore.

Chi, oltre ad avere un talento, sa esprimersi e muoversi in un mondo che richiede sempre più capacità e competenze trasversali, ha sicuramente più possibilità di avere successo e viene maggiormente apprezzato.

SITO INTERNET: www.francescaprovettiart.it

E-MAIL: [email protected]

FACEBOOK: https://www.facebook.com/FrancescaProvettiArt/?fref=ts

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/francesca_provetti_art/

ISSUU: https://issuu.com/francescaprovett

Francesco Cogoni.