Intervista a Stefano Casati

Oggi vi presento l’Intervista a Stefano Casati per approfondire sul suo lavoro vi consiglio i link a fondo.

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

Sin da piccolo ho sempre amato disegnare, ho frequentato un istituto d’arte e successivamente ho intrapreso la carriera di decoratore e restauratore. Sei anni fa ho cominciato a dipingere in maniera continua, forse spinto dall’esigenza di liberarmi dalle regole e dai limiti espressivi del mio lavoro e ho trovato nell’arte astratta il mezzo perfetto per farlo.

Quali persone, situazioni o artisti hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

Ci sono molti artisti con i quali penso di avere affinità in termini di linguaggio estetico e espressivo. Prendo spunto dai loro lavori, ma mentre dipingo mi allontano da ogni tipo di modello e mi lascio guidare dalle immagini che ho in testa. È davvero difficile dire da dove provengano queste immagini, sono ricordi o sensazioni che concretizzo sulla tela in modo molto sincero e personale. Posso dire che il mio lavoro venga influenzato da tutto quello che vivo quotidianamente, che siano immagini “rubate” o stati d’animo in continua alternanza.

Cosa vuoi esprimere attraverso l’arte?

Io spero di offrire diversi tipi di emozioni, visto che ne metto molte e molto diverse tra loro nei miei dipinti e sarebbe una grande soddisfazione sapere che chi li guarda condivida le stesse emozioni che ho provato io nel realizzarli, anche se, devo dire che provo un certo piacere quando qualcuno mi racconta qualcosa dei miei dipinti che io non sapevo.

Mi piacerebbe approfondire sul tuo ultimo progetto artistico, cosa puoi dirci?

Ho qualche progetto in ballo, a parte il continuo studio sulla mia pittura. Ora sto preparando una personale in una filanda dismessa adibita a spazio espositivo, insieme alla curatrice stiamo studiando gli ambienti e le opere da inserire, è un progetto un po’ particolare, vediamo cosa salta fuori.

Qual è il tuo rapporto con il mercato? che possibilità ci sono di emergere per un giovane artista?

Collaboro con diverse gallerie europee e statunitensi che mi rappresentano e che vendono i miei quadri, ma ho la possibilità di vendere direttamente i miei lavori. Con i mezzi di oggi, le piattaforme social e il sito web è più semplice arrivare direttamente al collezionista senza intermediari. Non è facile farsi notare in un mare così vasto di bravi artisti, ma credo che ci sia spazio per tutti.

Cosa consiglieresti ad un giovane che vorrebbe vivere di arte?

Di lavorare molto per sviluppare appieno capacità e talento, affinando la tecnica per esprimere al meglio quello che si vuole comunicare. Il resto è fortuna, caparbietà e impegno nell’auto promozione. Insomma: Farsi il culo, credere nel proprio lavoro e, comunque, avere un piano B bello solido, nel caso dovesse andare male.

-Intervista a Stefano Casati-

Contatti:

Sito: Site is undergoing maintenance (stefanocasatistudio.com)

instagram: Stefano Casati (@stefano_casati_studio) • Foto e video di Instagram

Francesco Cogoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.