INTERVISTA A DREYK

14384029_1132087320209515_511038319_n

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

Sin da piccolo sono sempre stato attratto dal disegno, ho sempre disegnato tutto quello che mi passava per la testa, passando davanti a fogli e a colori davvero tantissime ore della mia giornata.
Questo non mi ha mai abbandonato sino ad adesso.
Grazie al liceo artistico e l’accademia di belle arti ho potuto affinare la tecnica in vari ambiti e grazie a questi ambienti il mio linguaggio artistico è cresciuto e si è evoluto.

Quali persone, artisti ed episodi hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

L’artista che mi ha influenzato di più è Francis Bacon, i suoi quadri visti dal vivo mi hanno davvero lasciato a bocca aperta e hanno influenzato tantissimo la mia poetica.
Per quanto riguarda gli episodi che più mi hanno segnato di sicuro devo mettere al primo posto le notti passate a dipingere con la mia crew in giro per la Sardegna, dove si mischiava tutta la parte artistica/pittorica con la strana vita notturna della città.

Cosa cerchi attraverso l’arte?

Attraverso l’arte cerco principalmente uno sfogo, il dipingere in tutte le sue forme che sia su tela, su muro o su pelle mi rilassa e mi fa stare bene, ma sopratutto l’arte mi fa capire il mondo e mi fa capire sopratutto me stesso.

14348845_1132087340209513_600399695_n
C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

Una parte della mia ricerca si concentra tantissimo sulla rappresentazione del volto umano, in tutte le sue espressioni e forme, dove aggiungo degli elementi che ne rafforzano l’espressività o che semplicemente danno un identità al volto.

A parer mio il volto è uno degli elementi della figura umana che più trasmette e racchiude emozioni, è la nostra interfaccia con il mondo. Nelle mie opere non cerco ne simmetria ne una bellezza canonica, questo perché penso che il volto con le sue cicatrici e i suoi segni particolari racconti una storia.

Qual’è il tuo rapporto con il mercato?

Passiamo alla prossima domanda.

Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte?

Il mio consiglio per chi vuole vivere di arte è prima di tutto di impegnarsi giorno e notte per il suo obbiettivo, poi di spaziare nei vari campi che l’arte di offre , di partecipare a quante più iniziative legate alla arte, di confrontarsi sempre con gli altri artisti e di frequentarli accettandone le critiche se costruttive.

14348911_1132087373542843_463753637_n

Pagina facebook: https://www.facebook.com/Dreykcreative-494055617370651/?pnref=story.unseen-section

Francesco Cogoni.