INTERVISTA A VINCENZO MARINO

Moldiv_1458389875713 (1)

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

Il mio primo ricordo risale a quando uno zio mi regalò, in tenera età, una scatola di acquerelli.

Da allora ho colorato tutto quello che era colorabile.

Sebbene non abbia fatto studi artistici, il disegno e la pittura mi hanno sempre accompagnato nell’arco della mia vita.

Ho sperimentato da autodidatta, spaziando dal fumetto (la mia prima vera passione) alla computer grafica fino al ritorno alla pittura ad olio.

Quali artisti hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

Mi attirano artisti come Hopper o Magritte.

In gioventù mi affascinavano le opere di Michel Granger, che all’epoca curava le cover di J.M.Jarre oppure Giger. E comunque sono onnivoro in fatto di arte.

Cosa cerchi in arte?

È il solo modo che conosco per tirare fuori il mondo che ho dentro di me.

Uso la mia arte per trasmettere dei concetti, delle idee che a parole non sono potenti come un’immagine.

Spesso, parto dal concetto ed arrivo all’immagine, altre volte mentre dipingo, nasce un concetto.

Moldiv_1457739611939

C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

Nelle mie opere mi rendo conto in maniera consapevole o inconsapevole che il tema che risalta di più è quello dell’alienazione.

Ripeto, non so se la cosa è voluta o meno, ma è quello che riesco a fare in questo momento.

Se volete sapere quando e come questo tema si esaurirà vi tocca seguire il mio percorso artistico.

Qual’è il tuo rapporto con il mercato?

Io dipingo per dare voce al mio mondo.

Indubbiamente il fatto che il pubblico apprezzi mi lusinga e mi stimola nel continuare a raccontare.

Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte?

Consiglierei quello che hanno consigliato a me, continuare e continuare a dipingere, ma soprattutto se è l’Arte che ti interessa e non solo il mercato, consiglierei di non fare compromessi; continua a dipingere quello che senti e con la tecnica che ti soddisfa, in questo modo sarai sempre te stesso.

È di questo che abbiamo bisogno, dell’originalità e non degli stereotipi passeggeri.

Moldiv_1453034581811

Pagina instagram: https://www.instagram.com/vincenzo.marino.art/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Vincenzo-Marino-Art-962686300445548/?fref=ts

Francesco Cogoni