INTERVISTA A VALENTINA LICCIARDI

12825541_1056559354383375_429960632_n

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?
Il mio percorso artistico è nato dieci anni fa con una una scoperta, ricerca e curiosità verso il mistero e l’arte delle culture antiche della Mesoamerica come i Maya, Olmechi, Aztechi.
Rappresentare e capire il mondo di un tempo passato concentrato su una certa spiritualità che non ritroviamo nel presente.
Quali artisti hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?
Gli artisti che hanno influenzato maggiormente il mio percorso sono Salvador Dalì e Magritte.
Mi ha sempre affascinato il movimento surreale per riprendere un po il mondo spirituale.
Cosa cerchi in arte?
Nell’arte non cerco nulla di particolare, vivo per questo…
Vedo una tela come un’esperienza, storia e crescita personale.
Ogni lavoro fa parte della mia evoluzione interiore, una ricerca continua in modo spirituale e vitale.
12833256_1056559187716725_1846935479_n
C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?
Con la mia pittura propongo una ricerca di libertà interiore in senso appunto spirituale, esoterico.
Quella ricerca di coscienza, consapevolezza, felicità.
Riuscire a vivere con la propria mente, con il proprio cuore, una sorta di provocazione implicita contro la schiavitù mentale e sociale.
Qual’è il tuo rapporto con il mercato?
Non ho un rapporto col mercato.
Vorrei avere un rapporto con lo spettatore che vive una propria emozione osservando il mio lavoro.
Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte?
Consiglierei ad un artista di vivere e creare la propria realtà interiore, mettendo da parte la competizione e di trasfigurare quelle “leggi” critiche del mercato che impongono cosa sia arte o no.
12825474_1056559197716724_1013225443_n
Francesco Cogoni.