Intervista a Sara Tonello

Quando e come nasce il tuo percorso artistico?

Non penso esista un percorso artistico, a mio personale avviso immagino esista una propensione innata che ti spinge a ricercare, nasce insieme a te e ti danna fino all’ultimo giorno.

Non è come studiare per diventare estetista e dopo puoi dire il giorno in cui l’hai deciso… è più una condizione che un percorso.

Se vuoi sapere quando ho fatto il mio primo scarabocchio però te lo posso dire, ero a scuola e la professoressa mi ha mandato dal preside perché non seguivo le sue lezioni ma imbrattavo quaderni… l’ho rincontrata dopo quarant’anni e mi ha chiesto (con fare odioso):

”Tonello, cosa fai ora, fai ancora scarabocchi?”…

Io le ho risposto:

”Si, ma adesso alla Biennale di Venezia”…

Sono sempre stata leggermente soddisfatta del mio essere dispettosa.

Quali persone, artisti ed episodi hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

E’ indubbio che primo fra tutti, mio padre… una persona folle, avvenirista, tanto fantastica che quando si è resa conto di non aver più voglia di continuare a combattere, con delicatezza si è spenta…

Mio padre ha vissuto la Napoli bohémien… mi ha insegnato l’assoluto… senza di lui non sarei me.

Artisti che mi hanno influenzato maggiormente, quelli di cui mi sono piaciute le loro vite piuttosto che le loro opere, quelli che hanno fatto la storia con le loro bizzarrie… non ne cito i nomi perché sarebbe un pettegolezzo.

Cosa cerchi attraverso l’arte?

Io nulla, mi sto chiedendo cosa cerca l’arte da me.

C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

L’insonnia, vorrei parlare della mia insonnia… non riesco a dormire perché cerco un linguaggio nuovo e ancora non l’ho trovato… appena riuscirò, forse, farò una bella dormita rilassante.

Qual è il tuo rapporto con il mercato?

Tutto bene, grazie.

Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte?

Fare pianobar ai matrimoni.

contatti:

Profilo facebook: https://www.facebook.com/sara.tonello?hc_ref=ART75o0l9w4cU1iNnqunIxTQ68X3xhM7FCsjOuZLcC5Aq9orfibjETefl_yJcvQFiQc

Sito: https://www.saratonello.it/

Francesco Cogoni.

Precedente Intervista a Tiziana Contu Successivo Intervista a Roberto Ziranu