INTERVISTA A MARIA VALENTINA MANCOSU

12873484_10207741701734265_271571193_o

Quando e come nasce la tua passione per la scrittura?

Tutto è iniziato per caso, iniziando a frequentare un salotto letterario on-line dedicato alle persone interessate ad avvicinarsi a questa inestinguibile e appassionante espressione artistica.
Io e Viola Dell’amore, erotic designer protagonista della serie narrativa delle short stories da me scritte e ideate, abbiamo entrambe vissuto una svolta esistenziale di quelle che, quando arrivano, la vita la cambiano per sempre! Il mio personaggio, portando a termine l’incarico di consegnare una lettera, ha visto realizzarsi i propri sogni e desideri.

Per quanto riguarda me, sperimentando la scrittura, ho udito per la prima volta il suono della mia voce interiore, rimasto inascoltato da una vita… E non sono più riuscita a rinunciarvi.
L’incontro fatale con la scrittura ha fatto sì che mi decidessi ad abbandonare definitivamente il corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche applicate ad apprendimento psicosociale al quale risultavo iscritta.

Mai scelta si è rivelata più giusta e azzeccata!

Quali scrittori hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro?

Sono una writer esordiente in erba in cerca di se stessa.
La mia identità è ancora in formazione… Seppur credo si possano già riconoscere dei tratti fortemente connotativi delle mie produzioni, non saprei ricondurle ad altri, anche perché mi accosto ad altri autori più navigati ed esperti di me per apprendere a tessere trame narrative, piuttosto che per trarre ispirazione dalle loro opere.
Ad ispirarmi sono i fatti della vita: le forze motrici della creazione son l’amore e la poesia.

Cosa cerchi dalla scrittura?

Solo ciò che so di poter trovare con certezza in quello che è il medium privilegiato di realizzazione delle utopie.

Nulla di più di questo, mi attendo dalla scrittura.

Né di diverso.

12712268_10207512743530453_290720713_n

C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare?

Questa domanda mi offre l’occasione di soffermarmi su quella che considero essere l’urgenza della scrittura.
Imprescindibile la lettura che, assieme alle tecniche di composizione dei tessuti narrativi, ci forma in quella che è l’arte! Ma questi aspetti son solo una parte della ricerca: lo scrittore è colui che parla agli sconosciuti, mette le proprie mani in quelle altrui e guardando dritto negli occhi, dice: “sono qui!”.

Lo scrittore ha il compito di portare nel mondo l’Etica dei Poeti.

Missione che non è per niente astratta e va molto oltre “i segreti del verseggio.
Ogni writer dovrebbe sempre comportarsi secondo giustizia e moralità!
Queste logiche stridono con l’altissimo tasso di rivalità e litigiosità del variegato mondo del self-publishing…

Qual’è il tuo rapporto con le case editrici?

Convinta fermamente come sono che lo scrittore del futuro non possa limitarsi a scrivere e basta, curo personalmente ogni aspetto che concerne i miei prodotti editoriali digitali, compresi editing, formattazione e commercializzazione.

Essendo, peraltro, molto appagata dal fare tutto in autonomia.
Sebbene abbia smodata simpatia per alcune case editrici come la Sereture e la Netwon compton, non sento, almeno per ora, il bisogno di un editore…

Che possibilità ci sono di emergere per un giovane scrittore?

Lo scrittore farebbe meglio a concentrarsi sul potenziale empowerizzante della cultura piuttosto che pensare ad emergere…

Cosa consiglieresti ad uno scrittore che vorrebbe vivere di solo pane e parole?
Il mio consiglio è di non avere esitazione alcuna ad assecondare i propri desideri.
Da quando ho scelto in questo senso, mi sento in perenne stato di grazia!
Come dice il titolo di una famosa canzone degli Ark che mi piace moltissimo, It takes fool to remain sane. Concordo pienamente!

12443139_10207741696894144_1736053128_n

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Valentina5121976

in questo sito si possono trovare alcune sue poesie: http://mariavalentinamancosu.scrivere.info/

Francesco Cogoni.

I commenti sono chiusi.