Intervista a Blaq Deezy

Il mio vero nome è Elia, in arte Deezy, sono nato nel 1990 e sono cresciuto
nel quartiere Sant’Elia di Cagliari, dove vivo tutt’ora.

Quando e come nasce il tuo percorso artistico-musicale?
Ho iniziato a fare questa musica quasi per scherzo, all’età di 12-13 anni scrivevo le prime rime, era solo un passatempo, però ne rimasi affascinato tantissimo.
Diciamo che l’inizio di tutto è stato in una sera in Piazza come tutte le altre, io non facevo ancora il freestyle, l’improvvisare rime, non mi sentivo capace, ma volevo assolutamente mettermi in gioco.
Una sera successe che, mentre passavo vicino a i ragazzi che facevano freestyle che tra l’altro conoscevo, iniziarono a sfottermi usando il freestyle, ma io non sapevo né come rispondere né come fare.
Così da quel giorno imparai a fare freestyle, mi presi la mia rivincita e da lì non mi sono più fermato.

Poi dal freestyle sono passato a comporre i testi, la mia vera passione.
E dopo un paio di anni ho conosciuto quelli che ora sono i miei soci, quelli con cui abbiamo aperto il nostro studio di registrazione, il Magellano Record e fondato la NSOL, la mia crew/etichetta/famiglia, come vi pare.

Quali persone, musicisti e episodi influenzano maggiormente il tuo lavoro?
La mia musica è influenzata da tutto ciò che ho attorno, da tutto ciò che penso dalla musica che ascolto,in sintesi i vari input che la vita ti mette a disposizione e che tu devi essere capace di cogliere.
Ascolto qualsiasi cosa che mi capiti sotto mano,mi piace ascoltare diversi tipi di musica per non mettermi limiti.
Per fare un autocitazione “La mia vita è il mio film preferito”.

Cosa cerchi dalla musica e cosa vuoi dare attraverso lei?
Ciò che cerco dalla musica è la musica stessa
Io faccio musica per passione,per creare qualcosa dal nulla che possa continuare ad esistere anche dopo di me.
Come uno scultore che cerca di realizzare la sua migliore statua, cercando la perfezione in tutti i dettagli creando un opera d’arte da una semplice pietra.
Ma in tutta questa ricerca della perfezione cerco di fare sempre le cose in maniera spontanea, genuina, di fare un po come mi viene senza farmi troppe paranoie, ho tanti lati da mostrare e ognuno lavora a suo modo.
Ciò che voglio trasmettere con la mia musica è l’ambizione, l’avere un traguardo nella vita e degli obiettivi che non siano starsene tutto il giorno a non fare nulla e voglio mandare questo messaggio sia ai ragazzi che vivono la situazione di un quartiere come il mio sia ad altri ragazzi che anche se non vivono le stesse cose possono rispecchiarsi, per esempio, nel sentirsi emarginati e ultimi in tutto, la rivalsa.

C’è una parte della tua ricerca musicale di cui vorresti parlare in particolare?

La mia ricerca musicale è trasmettere qualcosa,indipendentemente da cosa.
Per questo mi piace sperimentare,fare cose diverse, perché così come io ho tanti lati della mia personalità ha tanti lati anche la mia musica e vorrei far arrivare tutte queste sfaccettature di me.

Qual’è il tuo rapporto con le case discografiche? che possibilità ci sono di emergere?

Io non ho rapporti con le case discografiche per adesso.
Mi sono sempre considerato un Selfmade Man,quindi curo tutti i lati della mia musica.
Possibilità di emergere ce ne sono tante,ci sono le varie scorciatoie come i Talent oppure c’è la gavetta e sicuramente io sono della seconda fascia.

Cosa consiglieresti ad un musicista che vorrebbe vivere di quest’arte?
Questa è una cosa che dico a molti ragazzi che mi chiedono consigli per la loro musica, che vogliono intraprendere questo percorso,e dico che se avete la passione,la costanza, la determinazione e la “fame” i risultati arrivano.
Lavorate ogni giorno con dedizione, siate voi stessi, fate ciò che vi piace e divertitevi.
Se volete solo diventare famosi, probabilmente sapete già cosa dovete fare
ma se volete vivere della vostra passione ed essere degli artisti, dovete lavorare sodo.


Facebook
Deezy link pagina artista
https://www.facebook.com/DeezyNSOL/
NSOL link pagina gang
https://www.facebook.com/NSOLGANG/?ref=bookmarks
Canale Youtune NSOL
https://www.youtube.com/channel/UCIP87HO_J0FOrtvp4RQfY7g

Francesco Cogoni.

Precedente Intervista a Carolina Balbi Successivo Intervista a Francesca Benedetta Tundo