Intervista ad EDGARDO CANTONI

12795393_481872222019692_3548083667562856607_n

Quando nasce il tuo percorso artistico ?
Sui trent’anni.
Quali artisti hanno influenzato maggiormente il tuo lavoro ?
Fontana, Burri e Manzoni.
Cosa cerchi in arte ?
L’opera senza tempo.
C’è una parte della tua ricerca di cui vorresti parlare in particolare ?
L’ultimo periodo.

Parlamene!

è un cercare di far arte con tutto quello che abbiamo a portata di mano , grazie a Manzoni con merda d’artista, il barattolo scarto industriale, merda scarto biologico , eppure caricando questi due scarti di significato concettuale si crea l’opera d’arte, ecco l’arcano, come dico sempre , l’arte moderna è come un’enorme discarica, dentro ci trovi di tutto.

Qual’è il tuo rapporto con il mercato ?
Non me ne importa niente.

 12764905_480008035539444_8320454582361382590_o
Cosa consiglieresti ad un artista che vorrebbe vivere d’arte ?
Impegnarsi.
Quanto conta il significato nelle tue opere ?

Tutto.

Ci sono infinite connessioni o ogni cosa è dove deve essere ?

Diverse chiavi di lettura.

Quanto c’è di personale nelle tue opere ?

Il più possibile.

è un discorso più passionale “patico” o razionale ?

Razionale.

Le tue opere sono da guardarsi sotto che campo da gioco linguistico ?

Metafore.

Da cosa nascono ?
Dal cervello.

12801105_481710918702489_3495380738054812233_n

pagina facebook: https://www.facebook.com/edgardo.cantoni

Francesco Cogoni.

Precedente INTERVISTA A GIOVANNI ANDREA DETTORI Successivo INTERVISTA A DAVIDE PILS