Diari notturni 012

La perdita di valori e la conseguente acquisizione di valori neo liberali, globalizzati e mercificanti creano una vera e propria psicopatologia contemporanea.

Una sorta di consumismo relazionale, che fonda le sue radici su un terreno colmo di paure e insicurezze.

Quelle che Baumann chiamava “relazioni yogurt” a bassa conservazione, che si inacidiscono rapidamente, sono il frutto dell’evolversi di una concezione pessimistica, tipica della società contemporanea.

Nel 2008 feci un lavoro con gli spray acrilici, un bimbo che porge il suo cuore ad una bimba, è un dittico che presenta il cuore a metà, l’idea era di non far congiungere mai le due figure sinché non avessi trovato la persona giusta.

Dopo tutto anche Universi in Carta Straccia del 2009 avevano anche a che fare con l’amore e la cura.

Ora che sto con Ire mi piacerebbe fare delle sculture nuove.

Ho sempre pensato che in arte non dovessi trattare il tema dell’amore.

Forse mi sono sempre sbagliato.

Francesco Cogoni 2016

Precedente Diari Notturni 011 Successivo Intervista a Giulia Atzeri