Cimabue

Cimabue nato a Firenze nel 1240 circa morto a Pisa nel 1302 è stato un pittore italiano.

A lui va riconosciuto un passo fondamentale nella transizione da figure ieratiche e idealizzate (di tradizione bizantina) verso veri soggetti, dotati di umanità ed emozioni, che saranno alla base della pittura futura.

Fu un pittore di spregiudicata capacità innovatrice (si pensi agli espedienti con cui rese drammatica come mai prima di allora la Crocifissione ad Assisi, oppure all’incredibile inclinazione del Crocifisso di Santa Croce), che pur senza staccarsi mai dai modi propriamente bizantini, li portò alle estreme conseguenze, a un passo dal rinnovamento già perseguito in scultura da Nicola Pisano e in pittura poi da Giotto.

« Credette Cimabue nella pittura
tener lo campo, ed ora ha Giotto il grido,
si che la fama di colui è scura »

(Dante Alighieri, Purgatorio XI, 94-96)

Link: https://www.google.it/search?q=cimabue&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwifgKmcuKfZAhUG2KQKHQi6D10Q_AUICigB&biw=1920&bih=900

Precedente Eschilo Successivo Fidia